UrloTifoso: “Si vince ancora, ma non si può giocare con le riserve. Bello vedere la proprietà vicina alla squadra”

by Francesco Patacchiola

Riprende il campionato e con esso anche la rubrica sportiva all’interno di RomaLife. Diamo spazio ai tifosi delle squadre più amate: la Lazio e la Roma. Grazie alla loro passione, dopo ogni partita, ci caleremo nell’analisi della gara e del momento. Per la Roma si occupa della rubrica Emiliano Di Giambattista, tifosissimo giallorosso, architetto, con la Roma nel sangue. Vi ritrovate nell’analisi del nostro amico-redattore-tifoso? Il giorno successivo ad ogni match, troverete sulle nostre pagine, la rubrica che mira ad essere un appuntamento fisso, un momento d’incontro a tinte giallorosse e perché no un sano sfottò. Cosa aspettate? Buona lettura. LEGGI YOUNG BOYS – ROMA 1-2

(di Emiliano Di Giambattista) Continua la serie positiva della Roma che vince anche a Berna contro lo Young Boys all’esordio stagionale in Europa League. La formazione che scende in campo è piena di seconde linee, nonostante questo i giallorossi si ritrovano in svantaggio per un rigore inesistente senza però subire ulteriori particolari pericoli. Nel secondo tempo comincia la girandola delle sostituzioni e con l’ingresso di Zdeko Mikhitaryan Pellegrini Veretout e Spinazzola le cose cambiano notevolmente; nel giro di 5 minuti risultato ribaltato.
I padroni di casa si rendono pericolosi solo in una occasione con Pau Lopez, spettatore non pagante, che compie l’unica parata della partita.
La Roma non può permettersi il lusso di stravolgere la squadra, l’assetto base garantisce una solidità e una fluidità di manovra poco ripetibili.
Se il covid ci assiste, non come ha fatto lo scorso anno coi cugini di campagna che gli ha fatto perdere lo scudetto mannaggia la pupazza, possiamo ben sperare.
Una plauso alla nuova proprietà che anche ieri sera era presente allo stadio mantenendo una vicinanza alla squadra ben visibile fin dal primo giorno.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento