Auchan-Conad Casal Bertone, Antonini: inaccettabile che 52 dipendenti vengano mandati a casa

by Francesco Patacchiola

“I primi effetti nefasti della crisi economico-sociale causata dalle scellerate scelte del governo a seguito dell’emergenza covid 19, iniziano a farsi sentire anche sulla pelle dei lavoratori romani.
La struttura della multinazionale Auchan di Casal Bertone, con l’ingresso di Conad, ha deciso di mettere in cassa integrazione 52 dipendenti. Dei precedenti 197, ne sono stati assorbiti 130, mentre 15 hanno aderito alla mobilità volontaria. Questo significa che 52 famiglie, alcune monoreddito e con disabili a carico, avranno grosse difficoltà.
In un momento così di crisi ci saranno 52 famiglie in cassa integrazione a busta paga 0. La grande distribuzione specula sui contratti non garantendoli e parliamo di dipendenti del quartiere, che vivono a Casal Bertone e che hanno firmato il contratto 22 anni fa.
Mi chiedo: se davvero la catena non può riaprire perché mancano le licenze del Campidoglio, cosa aspetta la Raggi? L’interesse dei lavoratori romani deve essere messo in primo piano.
Per quanto mi riguarda, sarò al fianco dei dipendenti se vorranno intraprendere la battaglia legale per far valere i propri diritti di lavoratori”.
Così in una nota Mauro Antonini.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento