Home Cronaca Prende auto di cortesia ma era rubata: denunciato 58enne

Prende auto di cortesia ma era rubata: denunciato 58enne

0

Civitavecchia – Un 58enne italiano è stato denunciato dagli agenti del commissariato di Polizia, per la ricettazione di un’autovettura oggetto di appropriazione indebita denunciata nel 2018 dal titolare di una concessionaria di Latina.

Nella mattinata di ieri, un equipaggio delle volanti, nell’ambito dei servizi di vigilanza e controllo del territorio, hanno proceduto al controllo dell’uomo mentre viaggiava a bordo del veicolo. Dal controllo del mezzo in banca dati è emerso che l’auto risultava oggetto di  segnalazione per appropriazione indebita con in atto un provvedimento di sequestro dello stesso, a seguito della denuncia presentata nel 2018 dal titolare della concessionaria di Latina che ne curava la vendita per conto terzi.

Il commerciante aveva denunciato l’appropriazione fraudolenta da parte di un altro concessionario che, dopo avergli dato un acconto di 600 euro, non aveva mai formalizzato il passaggio di proprietà o la restituzione del mezzo né tanto meno saldato l’intero costo del veicolo. L’uomo, che si trovava alla guida del mezzo, ha dichiarato di aver ricevuto la vettura, come auto di cortesia, da un concessionario di Roma, nell’attesa di formalizzare l’acquisto di un veicolo presso quel rivenditore. Dagli accertamenti effettuati dai poliziotti è emerso però che, seppure l’auto gli fosse stata data in uso temporaneo dalla concessionaria, l’uomo aveva personalmente stipulato un contratto assicurativo per la copertura del mezzo.

Per questo il 58enne è stato denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione mentre il veicolo è stato sottoposto a sequestro nell’attesa della restituzione al legittimo proprietario al termine delle verifiche tuttora in corso.

Previous articleSi traveste da Spiderman e tenta di rapinare una gelateria: accoltellato il titolare
Next articleMentre gioca con il fratello gli cade in testa una finestra: grave bambino di 10 anni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here