Home In Evidenza Scuole, Azzolina: “Si riparte a settembre, più personale e banchi singoli in...

Scuole, Azzolina: “Si riparte a settembre, più personale e banchi singoli in arrivo”

0

In vista del ritorno in classe a settembre, le scuole stanno lavorando tanto e bene: lo dice il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina in un’intervista al Fatto Quotidiano dove affronta i temi di maggiore criticità, dalle misure anticovid alle nuove immissioni in ruolo di docenti. Alla riapertura alcuni istituti “potrebbero decidere di portare l’unità oraria da 60 a 50 minuti per avere maggior flessibilità organizzativa. Ma quei 10 minuti vengono recuperati, il monte orario non cambia”, spiega. Le scuole “che avranno necessità di organizzare ingressi scaglionati terranno conto delle necessità delle famiglie e adotteranno ogni accorgimento possibile”. Azzolina rivendica la scelta dei nuovi banchi singoli ‘high tech’: “Mette insieme l’obbligo del distanziamento e un investimento che resta alle scuole. Il Cts ha indicato i banchi come possibile soluzione: è un’opportunità, non un’imposizione”. Sono di varie tipologie, “non costeranno certo le cifre che ho letto e il bando europeo preparato da Arcuri ridurrà ulteriormente i costi”. Test e tamponi al personale, aggiunge Azzolina, non saranno obbligatori “ma il personale li ha chiesti e quindi ci aspettiamo che li facciano in tanti”. Rispetto alle neo-immissioni in ruolo per i docenti, nonostante la pandemia, “abbiamo fatto la mobilità, attivato la chiamata veloce per chi vuole cambiare regione e avere prima il ruolo. E bandito 78 mila posti a concorso”. Il governo “si è appena impegnato a stanziare altri 300 milioni”, aggiunge, così in totale si arriva “a quasi 3 miliardi solo per settembre. Con le risorse messe da inizio anno arriviamo a 6. Potenzieremo l’organico, docenti e personale Ata”. Alla riapertura “ci faremo trovare pronti”. Il Recovery Fund “è un risultato enorme per l’Europa ed è sotto gli occhi di tutti il lavoro straordinario del premier Conte. Per la scuola sapremo sfruttare questa opportunità”. Si investirà sul “contrasto alla dispersione scolastica, eliminazione delle classi pollaio, edilizia scolastica, innovazione e lotta alle povertà educative”

Previous articleCiro Immobile nella storia: primo biancoceleste a quota 30 gol in campionato
Next articleArdea, operaio muore schiacciato dal furgone che stava riparando

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here