Home Cronaca Zanardi dimesso dall’ospedale, trasferito in centro di neuro-riabilitazione: “Condizioni stabili”

Zanardi dimesso dall’ospedale, trasferito in centro di neuro-riabilitazione: “Condizioni stabili”

0

Zanardi è stato dimesso dal Policlinico Le Scotte di Siena e trasferito in un centro di riabilitazione. Lo ha appena comunicato la direzione sanitaria dell’Azienda ospedaliero-universitaria. I medici non si sbilanciano sulle sue condizioni che restano gravi, anche se adesso si respira un pur cauto ottimismo. La struttura di riabilitazione in cui è stato trasferito è Villa Beretta, a Costa Masnaga, nel Lecchese.

“Si è concluso il programma di sedo-analgesia al quale era sottoposto l’atleta Alex Zanardi – spiegano i medici senesi -. Dopo la sospensione della sedazione, la normalità dei parametri cardio-respiratori e metabolici, la stabilità delle condizioni cliniche generali e del quadro neurologico hanno consentito il trasferimento del campione in un centro specialistico di recupero e riabilitazione funzionale. Alex Zanardi è stato quindi trasferito in data odierna in un’altra struttura». Il direttore generale dell’Aou Senese Valtere Giovannini ha poi spiegato che i medici senesi rimarranno a «disposizione di questa straordinaria persona e della sua famiglia per le ulteriori fasi di sviluppo clinico, diagnostico e terapeutico, come sempre accade in questi casi”.

Giovannini ha poi ringraziato l’équipe multidisciplinare che ha preso in cura Zanardi mettendo in campo una grande professionalità, riconosciuta a livello nazionale e non solo. «L’atleta ha trascorso oltre un mese nel nostro ospedale – ha spiegato il direttore – ed è stato sottoposto a tre delicati interventi chirurgicie ha mostrato un percorso di stabilità delle sue condizioni cliniche e dei parametri vitali che ha permesso la riduzione e sospensione della sedazione, e la conseguente possibilità di poter essere trasferito in una struttura per la necessaria neuro-riabilitazione». Poi un saluto alla famiglia: «Concludo mandando un grande abbraccio alla famiglia di Alex, che ha dimostrato una forza straordinaria: una dote preziosa che dovrà essere compagna di viaggio fondamentale del nuovo percorso che inizia oggi».

Alex è stato operato due volte al cervello e una al volto per ridurre le devastanti fratture che l’ex pilota di Formula 1 ha subito quando l’handbike, la bicicletta speciale in fibra di carbonio, si è ribaltata per poi finire contro un tir che procedeva lentamente dal senso opposto di marcia. L’impatto è stato così violento che sarebbero bastati pochi minuti di ritardo nei primi soccorsi per rendere vano ogni tentativo di salvargli la vita. Decisivo è stato l’intervento di Robusto Biagioni, il medico dell’elisoccorso che ha intubato Zanardi, consentendogli di respirare ed è riuscito a tenerlo in vita durante il volo verso l’ospedale di Siena dove era già pronta la sala operatoria d’urgenza.

 

 

Previous articleSaldi, gli sconti partono il 1° agosto. Ma nei negozi sono già partite le promo
Next articleAntonio Rosati nuovo ad di Eur Spa: gli auguri di Coldiretti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here