Home In Evidenza L’esordio del giovanissimo Moro: “Pensavo di fare solo numero”. E quello sguardo...

L’esordio del giovanissimo Moro: “Pensavo di fare solo numero”. E quello sguardo estasiato a Ronaldo “come alla Play…”

0

“Non me l’aspettavo così l’esordio, venivo da una lesione di un mese, pensavo di essere stato convocato solo per fare numero. Ero pronto per tutto però e alla fine sono entrato. Su quella palla pensavo di arrivarci, se Bonucci non scivolava andavo in porta. È un sogno diventato realtà, ho iniziato da tre anni a fare il calciatore ed ora il sogno è realtà. Sono sempre grato a Inzaghi, mi ha fatto esordire nel campionato più difficile o quasi del mondo, gliene sarò sempre grato. Il mio primo messaggio lo manderò a mamma e papà, poi al mio procuratore perché hanno sempre creduto in me. Dobbiamo lavorare, forse riesco a fare un’altra partita con più minuti, credo che alla prossima partita faremo punti”: sono le parole a Lazio Style Channel dell’esterno classe 2002 Raul Moro che ha parlato del suo esordio in Serie A, ieri in Juve-Lazio (2-1).

Emblematica la foto pubblicata dalla Juventus: mentre Ronaldo e Immobile si complimentano per aver raggiunto entrambi i 30 gol in A, lui li guarda estasiato, con particolare ammirazione per il portoghese: “Appena sono entrato sembrava la Playstation” ha aggiunto.

Previous articleTestaccio, ecco il progetto vincitore per rilanciare la zona tra via Galvani e via Caio Cestio
Next articleTotti, arriva un altro scudetto: è nel calcio a 8. Vinta la finale contro la Lazio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here