Home Cronaca Rapporto dell’Antimafia: “Lazio vero e proprio laboratorio criminale delle mafie”

Rapporto dell’Antimafia: “Lazio vero e proprio laboratorio criminale delle mafie”

0

“L’alta densità abitativa del Lazio e, in particolare, della provincia di Roma si riflette inevitabilmente sulle dinamiche criminali del territorio. La compresenza, infatti, di rilevanti interessi economici e politici, ma anche di aree degradate nelle periferie urbane, fanno della regione un territorio ideale per le organizzazioni criminali che vogliono mimetizzarsi o instaurare proficue relazioni d’affari con i sodalizi locali”. È quanto si legge nella relazione della Dia, relativa al secondo semestre 2019.

“Il Lazio si presenta, così – prosegue il rapporto -, come un vero e proprio ‘laboratorio criminale‘, in cui coesistono formazioni, non solo mafiose, di diversa matrice e etnia, il cui radicamento è più evidente nella Capitale e nelle province di Latina e Frosinone, non a caso quelle con il piu’ alto numero di beni confiscati alle mafie”.

Per la Dia, Roma e la sua provincia “costituiscono un unicum nel panorama nazionale, una sorta di ‘laboratorio criminale’ nel quale le ‘mafie tradizionali proiettate’ convivono ed interagiscono con associazioni criminali autoctone, molte delle quali caratterizzate dall’utilizzo del metodo mafioso, secondo una continua ricerca di ‘equilibrio’ che tuteli lo scambio di utilità di ciascuno e sia garantito da un riconoscimento reciproco”.

Nella relazione si chiarisce che “non si tratta di un fenomeno completamente nuovo” e che “la coesistenza ed interazione, ultradecennale, tra diverse fenomenologie criminali ha dato vita ad uno scenario delinquenziale complesso ed eterogeneo, caratterizzato da elevata dinamicita’”.

Previous articleSi aggira alla stazione Tiburtina con più di 1 kg di droga nello zaino e altra nelle scarpe: arrestato 23enne
Next articleNike abbandona la Roma: l’accordo si risolve a fine stagione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here