Home Cronaca Garante per l’infanzia: “Siano rese obbligatorie le mascherine anche per i bambini”

Garante per l’infanzia: “Siano rese obbligatorie le mascherine anche per i bambini”

0

Il garante dell’Infanzia della Regione Lazio, Jacopo Marzetti, durante una audizione in commissione Lavoro della Pisana, ha affermato che “Già da febbraio mi sono immediatamente attivato con il presidente Zingaretti e la sindaca Raggi per valutare se procedere con la chiusura delle scuole. Con il Comune di Roma ho avuto un’ottima interlocuzione anche per le prospettive future. È chiaro che i ragazzi soprattutto quelli più piccoli, stanno un po’ faticando con la modalità della didattica a distanza: si tratta di strumenti necessari per garantire la continuità didattica ma devono essere utilizzati con cautela e con la massima attenzione. Non possiamo pensare di lasciare i nostri ragazzi giornate intere davanti a uno schermo, con i danni alla salute che ne deriverebbero. Allo stesso tempo è bene che i docenti vadano oltre la semplice lezione ma stabiliscano un’interazione con loro”.

Marzetti ha poi aggiunto anche un’ulteriore problematica al suo discorso che “è quella relativa al fatto che non tutti i ragazzi hanno la possibilità di disporre della rete internet e dei dispositivi per portare avanti la didattica a distanza. La Regione Lazio si è immediatamente per risolvere i problemi e quando arriva una segnalazione, come garante dell’Infanzia, mi attivo immediatamente”.

Il garante per l’infanzia si è inoltre espresso a riguardo della situazione delle case-famiglia: “Moltissime inoltre, le difficoltà nelle case-famiglia e nei centri accoglienza. Qui ho chiesto di evitare il più possibile gli spostamenti per evitare che si possa ricreare ciò che è accaduto nei centri anziani”.

E ancora, secondo Marzetti, “è necessario che anche i minori utilizzino mascherine e dispositivi di sicurezza e che non ci sia un calo di attenzioni per quel che riguarda i contatti tra loro. È normale che dopo mesi di lockdown ci sia la voglia di incontrare amici e parenti ma è necessario, sotto questo punto di vista, mantenere alta la guardia”.

Previous articleFase2, Cimiteri di nuovo aperto ma Municipio II denuncia: “L’abbandono regna sovrano”
Next articleCoronavirus, D’Amato: “Risale il trend a Roma con 61 nuovi positivi, 10 i decessi in tutta la Regione”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here