Gianluca Arrighi: il grande giallista che a Roma mancava

by Martina Grillotti

Il romanzo giallo si è affermato in Italia solo da alcuni decenni ma ad oggi interessa un numero sempre crescente di lettori, autori e case editrici. La città ricopre in questo genere, quasi sempre, un ruolo centrale perché rappresenta il luogo dove le vicende dei protagonisti (ma anche degli scrittori stessi) si intrecciano con le grandi questioni del nostro tempo, come il degrado sociale, il divario tra ricchi e poveri, il male di vivere e altre problematiche che spesso condizionano l’esistenza degli esseri umani. I migliori giallisti colgono questi aspetti e li trasportano nelle loro storie.

C’è dunque da chiedersi se in Italia sia possibile tracciare una “geografia letteraria”, certamente: noir come città, dunque, dove città significa affollamento, potere, tentazioni, aree abbandonate, pulsioni. E quindi crimini, d’ogni tipo. Eppure, paradossalmente, in questa “geografia letteraria”, fino a pochi anni fa mancava proprio la città di Roma, città densa di storie pronte per essere raccontate.

Infatti se Bologna ha Loriano Macchiavelli, Padova Massimo Carlotto, Milano Gianni Biondillo, Firenze Marco Vichi e Napoli Maurizio De Giovanni, la Capitale era priva di un giallista realmente rappresentativo della città. Si è dovuto attendere una nuova generazione di scrittori affinché anche Roma ne avesse uno, ossia Gianluca Arrighi.

Arrighi, ha fatto decollare la sua carriera letteraria dopo la pubblicazione di “Crimina romana”, in cui raccontava l’autentica Roma dei nostri giorni, quella della piccola gente, della delinquenza comune che si annida nei vicoli del centro storico e tra le sterminate borgate in periferia.

I successivi romanzi, da “L’inganno della memoria” a “Vincolo di sangue”, da “Il confine dell’ombra” sino a “Oltre ogni verità” e “A un passo dalla follia”, hanno conquistato un vastissimo pubblico di lettori. Oggi Arrighi è salito nell’empireo dei più importanti scrittori italiani e, soprattutto, ha regalato a Roma il grande giallista che prima le mancava.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

1 comment

Intrigo in Costa Verde - Arbus Turismo 2 Giugno 2020 - 11:07

[…] Qualche link di riferimento per il nuovo romanzo:Arrighi, Costa Verde set dei miei gialliRomanziere di successo, Gianluca Arrighi si conferma il maestro del Giallo italiano“Intrigo in Costa Verde”, qualche indiscrezione sul libro più atteso dell’estateCultura, Carlotto e Arrighi: tornano i maestri del giallo nella nuova collana “Nero Noir”Gianluca Arrighi e le meraviglie della Costa VerdeGianluca Arrighi “rapito” dalla meravigliosa Costa VerdeGianluca Arrighi, il grande giallista che a Roma mancava […]

Rispondi

Lascia un commento