Home Cronaca Coronavirus, a Genzano la prima Covid-Rsa pubblica del Lazio: oggi inaugurazione

Coronavirus, a Genzano la prima Covid-Rsa pubblica del Lazio: oggi inaugurazione

0

Genzano di Roma – C’è stata oggi l’inaugurazione della prima Rsa del Lazio dedicata in esclusiva ai malati di Covid-19. L’evento è stato trasmesso in diretta Facebook, con la presenza del presidente della Regione Nicola Zingaretti e l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato.

Narciso Mostarda, direttore generale della Asl Roma 6 ha spiegato che “Nell’ex ospedale di Genzano abbiamo realizzato un primo modulo di 20 posti letto Rsa dedicati al Covid: è la prima Rsa pubblica che gestirà i casi Covid positivi. Abbiamo problematiche importanti da affrontare e abbiamo reclutato personale. Siamo pronti, e penso che da domattina saremo in grado di accogliere i primi venti pazienti. Il criterio di arruolamento sarà solo clinico”.

Zingaretti ha poi commentato che: “Questa Rsa Covid di Genzano è l’inizio della costruzione del futuro. Quello che ci serve per vivere sicuri nel futuro, anche prima che arrivi il vaccino”.

Anche D’Amato è intervenuto in merito sottolineando che questa “È un’iniziativa molto importante. Abbiamo un andamento dei numeri che sta scendendo, e questo ci rinfranca e ci rafforza. Ora ci dobbiamo concentrare sul territorio con la nostra rete, implementata con le Uscar, che devono tempestivamente intervenire nelle situazioni di cluster di comunità, come le case di riposo, ma anche sulle situazioni a domicilio. Il nostro percorso è sempre stato la separazione e la presa in carico dei positivi. Sulla rete ospedaliera abbiamo il 40 per cento di posti disponibili e il 50% dei posti di terapia intensiva. Qui ci saranno degenti che non hanno bisogno di cure ospedaliere ma di essere adeguatamente assistiti e che facciano qui il percorso di negativizzazione”.

Previous articleCoronavirus, Ama procede a igienizzazione interna cassonetti: oltre 200mila interventi effettuati
Next articleEstrogeni, una protezione anche per il Covid-19

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here