Home Cronaca Coronavirus, benzinai chiusi di notte sul GRA per scongiurare la crisi

Coronavirus, benzinai chiusi di notte sul GRA per scongiurare la crisi

0

In una nota la Fegica Cisl, che associa i gestori delle aree del Grande Raccordo Anulare, fa sapere che “Da venerdì 10 aprile alle ore 18.00, le aree di servizio del GRA rimarranno chiuse tutte le notti”.

Viene però sottolineato che i servizi essenziali saranno comunque garantiti: “Per garantire i servizi minimi essenziali tra le 18.00 e le 7.00 del mattino, saranno presidiate 2 aree per carreggiata”.

“Dopo aver fin qui garantito il servizio – si legge nella comunicazione – per tutta la durata dell’emergenza sanitaria in corso, a rischio della propria incolumità e di quella dei propri dipendenti, assumendo su di sé l’intero onere organizzativo, economico e finanziario, le sottoscritte imprese di gestione non sono più nelle condizioni di disporre delle risorse finanziarie e comunque della liquidità necessaria ad approvvigionare le proprie aree di servizio dei prodotti occorrenti a garantire la regolarità e la continuità del servizio di distribuzione dei carburanti”.

Viene poi sottolineato che questo avviene a causa del fatto che “Governo, società concessionarie e subconcessionarie non hanno, a tutt’oggi, saputo o voluto offrire alcun tipo di intervento concreto malgrado sia stato istituito dal 25 marzo un tavolo negoziale, volto ad adottare le misure necessarie a sostenere le piccole imprese di gestione, composto da Mise, Mit, Mef, Min.Lavoro, Agenzia delle Entrate, concessionari autostradali e da tutti gli operatori del settore.

Infine i gestori precisano nel comunicato che “In estrema sintesi la riduzione delle prestazioni durante le ore notturne viene attuata allo scopo di continuare a garantire il servizio diurno ancora per 10 giorni, prima di arrendersi e di dover chiudere le proprie attività per assenza di prodotto.

Previous articleArrestato 21enne a bordo di un taxi: aveva nello zaino 1kg di hashish
Next articleCoronavirus, i Carabinieri portano le pensioni a domicilio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here