Chiuso anche il profilo Facebook di Mauro Antonini, ex candidato alla guida della Regione Lazio

by romalife

Pubblichiamo la nota di Mauro Antonini

“La mannaia politicamente corretta (e assurda) del social blu cala, ancora una volta, sugli esponenti del mondo sovranista.
Stavolta e (ri)toccato a Mauro Antonini, già candidato nel 2018 alla Presidenza della Regione Lazio e noto volto del mondo identitario e sovranista romano e laziale, cui Facebook ha cancellato il profilo personale.

L’11 settembre 2019, all’indomani della manifestazione a Piazza Montecitorio convocata dalla Lega e da Fratelli d’Italia e a cui Antonini partecipò, gli fu oscurata la pagina Facebook pubblica “Mauro Antonini” (circa 20mila follower). Le motivazioni? Generiche violazioni delle policy di Facebook. Non è stato né il primo, né l’ultimo –ahinoi-

È per questo che affermare una volontà politica, figlia del posizionamento di chi governa la multinazionale americana, non è poi così assurdo. Antonini ha in corso una causa legale per la riattivazione della pagina visto che, in Italia, non ha mai violato il codice penale in tema di “discriminazioni verso terzi”, linguaggio offensivo et similia.  Sembra assurdo che in un mondo in cui si straparla tanto di libertà, avvengano “inspiegabili” atti censori del genere. Il progresso ci ha dato la possibilità di avvalerci della tecnologia, ma se questo è il prezzo…”

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento