Lavoratori in nero tra Cipro e Valle Aurelia: due attività sospese e oltre 9mila euro di multa

by Martina Grillotti

Nel corso di un servizio del controllo del territorio finalizzato al contrasto di ogni forma di illegalità e alla verifica del rispetto della normativa in materia di emergenza epidemiologica Covid-19, i Carabinieri della Compagnia Roma San Pietro hanno passato al setaccio i quartieri Cipro e Valle Aurelia.

Nel dettaglio i militari hanno eseguito mirate verifiche a 6 esercizi commerciali, rilevando irregolarità in due di questi, un bar di via Andrea Doria e un barbiere di via Giuseppe Bonaccorsi. Il titolare del bar, un 43enne romano, è stato denunciato a piede libero per aver installato un impianto di videosorveglianza senza le previste autorizzazioni e sanzionato, per un totale di 5.600 euro, per aver impiegato due lavoratori privi di contratto di assunzione. I Carabinieri gli hanno anche notificato la sospensione dell’attività imprenditoriale.

Il titolare della barberia, un 27enne romano, è stato sanzionato per aver impiegato un lavoratore privo di contratto di assunzione. Anche per lui è scattata la multa di 3.800 euro e la sospensione dell’attività imprenditoriale.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento