Gioventù Nazionale in piazza contro i carri armati su Hong Kong: “L’Unione Europea faccia qualcosa”

by Martina Grillotti

In una nota congiunta Francesco Todde, Brian Carelli e Fabio Roscani di Fratelli d’Italia hanno reso noto che si è tenuta nel pomeriggio la manifestazione dei ragazzi di Gioventù Nazionale che si sono uniti per difendere, seppur da lontano i propri coetanei di Hong Kong: “Sono studenti e lavoratori di una città che ha prosperato all’ombra di un gigante ingombrante, un gigante che in questi giorni sta riversando tutta la sua brutalità su Hong Kong, soffocando la libertà con i cingoli dei carri armati comunisti, prassi antica di tutti i regimi rossi”.

Nella nota viene poi evidenziato che “È assordante il silenzio dei governi mondiali, piegati dalla paura per la potenza del colosso cinese. Solo gli Stati Uniti, nel contesto della lotta economica ed imperialista per il mondo, sembrano scagliarsi contro il governo di Pechino, non per tutelare la libertà dei cittadini di Hong Kong, ma come ennesima arma diplomatica. Anche la Gran Bretagna negli scorsi giorni sta rivalutando la sua posizione chiudendo a Huawei la possibilità di costruire le infrastrutture 5G”.

Nella nota in conclusione chiedono: “L’Unione Europea deve imporre sanzioni economiche al gigante di Pechino, fin quando la libertà dei cittadini di Hong Kong, e di tutti i cinesi, venga rispettata. Dai monaci tibetani, ai ragazzi di Piazza Tienanmen fino ad Hong Kong il filo della libertà dei popoli dall’oppressione dei regimi non può e non deve essere spezzato dalla paura della potenza economica”.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento