Della Casa (M5S) da sfiduciata torna a gestire il IV Municipio: la bufera degli altri partiti

by Martina Grillotti

Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha firmato l’ordinanza con la quale ha delegato Roberta Della Casa (M5S) alla gestione del IV Municipio dalla quale la stessa era stata sfiduciata dieci giorni fa (Leggi). “Continuiamo a lavorare per Roma”, commenta la Della Casa.

Non sono mancate le opposizioni e critiche verso la scelta della Raggi: tra gli altri anche il segretario regionale del Pd, Bruno Astorre, che parla di “uno schiaffo ai cittadini, alla logica e al prefetto di Roma, da parte della Raggi”. Nei giorni scorsi anche diversi presidenti pentastellati di Municipi romani avevano chiesto discontinuità rispetto alla possibile nomina della Della Casa nel nuovo ruolo.

Anche Fratelli d’Italia si schiera compatto contro la decisione, infatti, in una nota congiunta Fabrizio Ghera, capogruppo FdI Regione Lazio, Gianni Ottaviano, membro Assemblea Nazionale e Coordinamento Romano FdI, Luca Scerbo, membro Coordinamento Romano FdI, Matteo Mariani Coordinatore FdI IV Municipio, hanno espresso la loro disapprovazione: “oggi troviamo a dir poco sconcertante che il sindaco, Virginia Raggi, possa aver pensato di potersi avvalere della consulenza proprio da chi lo ha ridotto nell’incertezza politica, nel malessere generale, nell’insicurezza e nel disarmante degrado”.

Nella stessa nota hanno inoltre aggiunto che “Oggi la sindaca continua a non meritare la fiducia dei cittadini romani sconfessando il voto espresso democraticamente dai 24 consiglieri in aula ed affidando il IV Municipio, per meri giochi di palazzo interni al Movimento, alla stessa ex presidente nel perseguimento del predetto obiettivo partecipativo per l’individuazione di azioni positive e di progettualità per lo sviluppo di modelli partecipativi che valorizzino la qualità del coinvolgimento dei cittadini. Sono già 4 anni che il IV Municipio con i 5 stelle non ha visto qualità, azioni positive e progettualità, come potrebbe mai averli adesso con la stessa persona in qualità di semplice consulente in una amministrazione ordinaria?”.

“Dire vergognoso è dire poco -sono le parole di Mauro Antonini di Casapound- chi straparlava di onestà, di politica come poltronifico si è dimostrato pure peggio dei peggiori cialtroni della “prima Repubblica”.
Il Movimento 5 stelle è il covo dell’incompetenza, della disonestà intellettuale e della lontananza siderale dalla realtà.  La politica dei cittadini si è rivelata la politica contro i cittadini, hanno tutelato gli interessi di tutti tranne di chi avrebbero dovuto servire: gli italiani.  Purtroppo a farne le spese sono i residenti del IV municipio: oltre il danno pure la beffa.
Sarò al loro fianco per lottare anche contro quest’ulteriore schiaffo alla dignità.”

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento