We Run Together si dovrà “correre con il cuore”: l’asta di beneficenza supportata da Papa Francesco

by Martina Grillotti

Il gruppo sportivo Athletica Vaticana delle Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, il “Cortile dei Gentili” e FIDAL Lazio hanno scelto di contribuire concretamente all’attuale emergenza sanitaria, organizzando un’asta di beneficenza i cui ricavi andranno a sostegno delle due strutture ospedaliere che si sono particolarmente distinte nella gestione della pandemia, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo e la Fondazione Poliambulanza di Brescia.

Questa iniziativa è stata supportata anche da Papa Francesco che ha ricevuto la delegazione oggi in udienza per dare loro la benedizione lanciando un messaggio di speranza e solidarietà a tutti gli appassionati sportivi, per incoraggiarli a partecipare all’asta. L’invito del Santo Padre è continuare a “correre con il cuore”, in “un’esperienza di unità e solidarietà” per “supportare le infermiere, gli infermieri e il personale ospedaliero – veri eroi che stanno vivendo la loro professione come una vocazione”.

All’udienza erano presenti, oltre Cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, anche i campioni delle Fiamme Gialle Fabrizio Donato e Carolina Visca, con loro anche Sara Vargetto, giovanissima atleta di Athletica Vaticana con una malattia neurodegenerativa, Giulia Staffieri, atleta di Special Olympics con un disturbo psichiatrico, Charles Ampofo, atleta migrante originario del Ghana e Barbara, detenuta del carcere di Rebibbia e capitano della squadra di calcetto della struttura.

L’asta di beneficenza “We Run Together – Supporting our Team” è il frutto di una collaborazione nata già negli scorsi mesi: Athletica Vaticana, Fiamme Gialle, “Cortile dei Gentili” e FIDAL Lazio, infatti, avrebbero dovuto promuovere e organizzare il meeting internazionale di atletica “We Run Together – Simul Currebant”, inizialmente previsto per il 20 e il 21 maggio 2020 a Castelporziano. In tale occasione, campioni olimpici avrebbero corso con atleti paralimpici, sportivi con disabilità mentali, rifugiati, migranti e carcerati, con l’obiettivo di celebrare, attraverso lo sport, l’incontro, la condivisione, l’inclusione e il dialogo. L’emergenza sanitaria ha costretto però la posticipazione dell’evento anche se, al tempo stesso, ha reso ancor più necessario promuovere attivamente i valori di solidarietà, pace e fratellanza che avrebbero caratterizzato l’intera iniziativa. L’asta di beneficenza, dunque, vuole essere una risposta concreta ad un momento di difficoltà, isolamento e paura, nella convinzione che – come ha ricordato il Cardinal Ravasi durante l’udienza con Papa Francesco, citando una frase di Gesù – “c’è più gioia nel dare, che nel ricevere” (Atti 20:35). 

L’asta sarà attiva da lunedì 8 giugno sulla piattaforma online charitystars.com e permetterà a tutti gli appassionati di aggiudicarsi numerosi oggetti e suggestive esperienze sportive, grazie alla generosa partecipazione di campioni plurimedagliati come Tania Cagnotto, Arianna Fontana, Sofia Goggia, Gianmarco Tamberi, Filippo Tortu, Dorothea Wierer, atleti del passato come Kristian Ghedina e Antonio Rossi e molti altri. L’intero ricavato sarà destinato agli infermieri e agli operatori sanitari delle due istituzioni lombarde. che, come veri “campioni”, si sono dedicati con instancabile dedizione, coraggio e professionalità ai malati di Covid-19. Maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione all’asta e sui premi in palio saranno diffuse prossimamente.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento