Estrogeni, una protezione anche per il Covid-19

by romalife

Gli estrogeni sono ormoni steroidei prodotti principalmente dall’ovaio ed in piccola quantità dalle ghiandole surrenali. Il sesso maschile ne ha piccole quantità ma analizziamo l’importanza di questo ormone sotto un punto di vista di tutela dell’apparato vascolare che permette una vaso dilatazione. Ha una funzione diretta sui vasi che permetterebbe di smaltire seri problemi creati dal coronavirus. Il covid-19 abbiamo visto in precedenza  ha come bersaglio i vasi dell’apparato respiratorio (leggi) che creano trombi ed emboli che in modo abbastanza repentino arrestano la funzione del tessuto che irrorano fino ad un’insufficienza respiratoria. Gli estrogeni hanno questa funzione protettiva fino l’età della menopausa ed infatti avendo anche importante ruolo nel tessuto osteoarticolare è noto che l’osteoporosi dopo la menopausa è molto più frequente.

Per quanto riguarda l’esposizione alle più comuni patologie cardiovascolari gli uomini sono più a rischio anche per la minor presenza di estrogeni. Ci sono più teorie su questa maggior resistenza del sesso femminile come l’ipotesi che abbiano un sistema immunitario più efficace a livello polmonare oppure come un’altra ipotesi di tipo genetico con l’espressione di un gene che si trova sul cromosoma X. Ritengo che la situazione sulle donne sia principalmente ormonale, anche se è noto che le donne possano seguire un’alimentazione più sana e quindi possano avere un sistema immunitario più vivace anche se poi in altre situazioni il sesso maschile risponde meglio quindi è relativo il tutto. La risposta dei pazienti con covid-19 è positiva a farmaci anticoagulanti e questa è una fondamentale conferma sui danni indotti all’apparato circolatorio con emboli e trombi. Penso che questa sia una fondamentale strada per l’evoluzione di una terapia più mirata anche se la vera vittoria si avrà col vaccino.

Andrea Di GIACOMO

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento